ENERGY MANAGEMENT

  • Diagnosi energetiche
  • Energy management – Energy Saving

DIAGNOSI ENERGETICHE

La diagnosi energetica obbligatoria ogni quattro anni (la prossima scadenza è il 5 dicembre 2019) è prevista dal Decreto legislativo n. 102 del 4 luglio 2014 e riguarda i dati dei consumi energetici 2018 delle grandi aziende e dalle aziende energivore.

La diagnosi energetica (o audit energetico) è obbligatoria per due tipologie di organizzazioni industriali:

  • Le grandi aziende che impiegano più di 250 dipendenti (calcolati in base alle indicazioni contenute nel Dm 18 aprile 2005 tenendo conto anche delle aziende associate o collegate).
  • Le aziende energivore, cioè ad alta intensità energetica

La procedura dell’audit energetico comprende:

  • individuazione e raccolta dei dati di consumo e di costo energetico di utenze elettriche, termiche, frigorifere, acqua (potenza, fabbisogno/consumo orario, fattore di utilizzo, ore di lavoro ecc.)
  • individuazione delle condizioni di inefficienza e dispersioni, con un’analisi critica e confronto con parametri medi di consumo e di costo;
  • proposta di interventi di miglioramento dell’efficienza energetica dell’edificio, dal punto di vista dell’involucro o degli impianti, con una valutazione preliminare di fattibilità tecnico-economica.
  • Possibilità di accesso ad incentivi

Dal luglio 2016, gli audit energetici obbligatori devono essere eseguiti da Esperti in gestione dell’energia (EGE) certificati secondo la UNI CEI 11339 da parte di organismi accreditati.

Nel prossimo ciclo di diagnosi (obbligo del 5 dicembre 2019 per chi ha ottemperato l’obbligo nel dicembre 2015) sarà, invece, «necessario» misurare una gran parte dei vettori energetici oggetto di analisi implementando un piano di monitoraggio permanente in modo da tener sotto controllo continuo i dati significativi del contesto aziendale e acquisire informazioni utili al processo gestionale e dare il giusto peso energetico allo specifico prodotto realizzato o al servizio erogato.

 

STRABLA CONSULTING 81 che da sempre è vicina alle esigenze dei propri Clienti, è pronta ad accompagnarli nella predisposizione del monitoraggio e nella redazione della diagnosi energetica, mettendo a disposizione le proprie competenze per:

  • Individuare i siti soggetti ad obbligo
  • Individuare i vettori energetici significativi e progettare il relativo sistema di monitoraggio
  • Redigere il documento di diagnosi energetica ai sensi del Decreto legislativo n. 102 del 4 luglio 2014 l’Allegato 2 alle linee guida o secondo le norme tecniche UNI CEI EN 16247 parti da 1 a 4.

 

ENERGY MANAGEMENT – ENERGY SAVING

L’attività di energy management non è solo finalizzata alla soddisfazione dell’obbligo normativo, ma anche all’individuazione delle possibilità Energy Saving.

Molte aziende trascurano completamente l’amministrazione dei consumi di energia elettrica, gas e acqua calda. La mancanza di tempo o le scarse conoscenze in materia sono le cause principali di questa cattiva abitudine, che alla lunga comporta uno spreco di risorse e, di conseguenza, il pagamento di bollette salate.

Per porre rimedio a una situazione del genere è necessario affidarsi alla consulenza energetica attraverso l’attività di un soggetto che lavora con l’obiettivo di individuare i possibili sprechi e per tagliare i costi attraverso attività finalizzate all’ottimizzazione dei processi aziendali con l’obiettivo di aumentare l’efficienza nell’utilizzo dell’energia a abbattere la spesa energetica e la possibilità di accedere ad incentivi (certificati bianchi) per la realizzazione di interventi di efficientamento energetico.

RICHIEDI ORA UNA PRIMA CONSULENZA SENZA IMPEGNO Clicca Qui